Rischi e pericoli nelle attività di Catering e Conseguenze



L’attività di catering è una forma di ristorazione commerciale in forte espansione che consiste nella distribuzione e nella somministrazione di alimenti di vario genere in luoghi diversi da quello in cui è prodotto. Il termine catering deriva dal verbo inglese “to cater” che significa “provvedere al cibo, rifornire”. Le operazioni di rifornimento in massa di cibi e bevande pronte sono effettuate da apposite organizzazioni nell'ambito di comunità, compagnie di trasporto, riunioni, cerimonie e spesso anche a domicilio. Esso è un servizio indissolubilmente legato all’attività di BANQUETING, cioè di preparazione dei cibi e organizzazione di banchetti.

È considerata un’attività a basso rischio e l’attenzione è di solito spostata soprattutto sul cliente e sulla qualità del cibo e del servizio. La sicurezza degli operatori è un aspetto sicuramente trascurato, un problema sottovalutato e non del tutto alla luce del sole, soprattutto per la “ristorazione a domicilio”. Infatti, la maggior parte delle volte le cerimonie e gli eventi sono svolti in luoghi non idonei né a ospitare cibi né tantomeno sicuri per gli operatori. Per la modalità di svolgimento dell’attività, la conoscenza dei rischi la loro percezione, le cause scatenanti e le possibili conseguenze non sono da sottovalutare.

Elenco dei possibili rischi e percoli in cui un lavoratore può incorrere svolgendo tale attività:

Infortunio: urti, inciampi, scivolamenti, scottature, ferite da taglio, caduta gravi sui piedi; Correlati al luogo di lavoro: microclima, aerazione, illuminazione, umidità, impianto elettrico, agenti atmosferici (pioggia, sole, caldo, freddo, vento, neve, temporali); Movimentazione Manuale dei Carichi: movimentazione di carichi pesanti come pentole, pile di piatti, ceste contenenti stoviglie, tavoli, sedie, ombrelloni, basi degli ombrelloni in cemento, ecc…; Posture incongrue: stazione eretta e statica per periodi prolungati, posizioni assunte durante il servizio ai tavoli che va a influire sul rachide; Rischio Chimico: prodotti per il lavaggio, esposizione ad agenti chimici durante l’uso di cucine e forni a gas per la cottura dei cibi come l’emissione di fumi, gas e vapori di combustione; Rischio Biologico: contatto con prodotti di origine alimentare parzialmente deteriorati, proliferazione di agenti biologici nelle cucine a causa di condizioni di pulizia non perfette, ferite alle mani dovute alla lavorazione del cibo (esempio spina di pesce sotto pelle); Rischio Incendio: bruciatori e fiamme libere; Rischio Esplosione: bombole GPL; Rumore: musica ad alto volume, chiacchierio degli invitati, macchinari in cucina in movimento (lavastoviglie); Rischi Psico – Sociali: contatto con i clienti, aggressione, stress lavoro correlato, turni di lavoro in ore serali, notturne e nei fine settimana, discriminazione verso le donne e gli stranieri; Rischi Interferenziali:interazione con lavoratori di altre società, lavoro eseguito in luoghi non conosciuti

Oltre agli infortuni, causati da un evento traumatico come le fratture e contusioni, tagli, ustioni e bruciature, le malattie professionali predominano in questo settore. Interessano maggiormente l’apparato muscolo-scheletrico, ma non solo. Tali malattie sono state riconosciute dal Ministero del lavoro e suddivise in base alla probabilità che determinate azioni possano causare dei danni a lungo termine.

RUMORE: ▪ IPOACUSIA PERCETTIVA BILATERALE; MMC: ▪ SPONDILODISCOPATIE DEL TRATTO LOMBARE, ▪ ERNIA DISCALE LOMBARE; MICROTRAUMI E POSTURE INCONGRUE A CARICO DEGLI ARTI SUPERIORI PER ATTIVITÀ ESEGUITE CON RITMI CONTINUI E RIPETITIVI PER ALMENO LA METÀ DEL TEMPO DEL TURNO LAVORATIVO: ▪ SINDROME DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO DELLA SPALLA: - tendinite del sovraspinoso (o tendinite cuffia rotatori), - tendinite capolungo bicipite, - tenidinite calcifica (MORBO DI DUPLAY), - borsite, ▪ SINDROME DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO DEL GOMITO, - epicondilite, - epitrocleite, - borsite olecranica, ▪ SINDROME DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO POLSO MANO, - tendiniti flessori/estensori (polso-dita), - sindrome di De Quervain, - dito a scatto, ▪ SINDROME DEL TUNNEL CARPALE; MICROTRAUMI E POSTURE INCONGRUE A CARICO DEL GINOCCHIO PER ATTIVITÀ ESEGUITE CON CONTINUITÀ DURANTE IL TURNO LAVORATIVO: ▪ BORSITE, ▪ TENDINOPATIA DEL QUADRICIPITE FEMORALE, ▪ MENISCOPATIA DEGENERATIVA, RADIAZIONI SOLARI: ▪CHERATOSI ATTINICHE, IDROCARBURI POLICICLICI AROMATICI, ▪ TUMORE DELLA CUTE, ▪ TUMORE DEL POLMONE, ▪ TUMORE DELLA VESCICA

2 visualizzazioni
  • Instagram Icuraimpresa
  • Facebook Icuraimpresa
  • LinkedIn Icuraimpresa
  • Twitter Social Icon

© 2016 by IcuraImpresa. Tutti i diritti riservati